C.I.: Laroxyl

CISTITE INTERSTIZIALE: FARMACO LAROXYL GOCCE

laroxyl 283x300 C.I.: LaroxylPrincipio Attivo: Amitriptilina

Categoria: Antidepressivi Triciclici

Forma farmaceutica: flacone in gocce da 20 ml (40 mg/ml di principio attivo)

COME FUNZIONA: (scritto da un medico esperto)

Il Laroxyl ad alto dosaggio è un antidepressivo triciclico.  A basso dosaggio blocca selettivamente i canali del sodio (ma anche quelli del potassio e, si presume, anche quelli del calcio) presenti sulle fibre nervose periferiche. I canali del sodio sono responsabili della conduzione dell’impulso lungo una fibra nervosa. Quando una fibra nervosa “si infiamma” succede che i canali del sodio vengono moltiplicati a dismisura. Il Laroxyl va proprio a bloccare i canali del sodio “in eccesso” e, quindi, ha sulla fibra nervosa esattamente un’attività anti-infiammatoria con l’effetto di rallentare, fino a bloccare, la trasmissione dell’impulso doloroso. Una volta bloccata la flogosi (infiammazione) nervosa il tessuto ritorna alle condizioni di normalità……

ESPERIENZA PERSONALE CON IL LAROXYL

Devo dire che questo farmaco mi è servito e mi serve molto per gestire il dolore. Inizialmente non riuscivo bene a capire come dosarlo. Mi dissero di iniziare con una goccia la sera e poi aumentare ogni 3 giorni di 1/2 goccia verificando se il dolore diminuiva e se la mattina ero o no intontita o assonnata. Devo dire che inizialmente ho sofferto di questo noioso effetto collaterale. Mi svegliavo stanchissima e senza forze. Non scoraggitevi, dopo un pò il nostro corpo si adatta e la stanchezza va via.

Ci ho messo oltre un mese e mezzo per arrivare a 3 gocce perchè aumentavo pochissimo e avevo paura di prenderne troppe. Il dolore non diminuiva completamente (durante il giorno), però la notte riuscivo a dormire e mi alzavo una volta sola per andare in bagno. La situazione non migliorava, così ho parlato con un medico specializzato nella Terapia del Dolore che mi ha spiegato meglio come procedere e ha dipanato tutti i miei dubbi sul farmaco.  Dubbi sugli effetti a lungo termine del prodotto e la possibile assuefazione o possibile dipendenza.

Come prima cosa mi consigliò di arrivare velocemente a 5 gocce e di stabilizzarmi su questo dosaggio o al massimo su 8/9 gocce, controllando se il dolore diminuiva o no. Una volta fissato il dolore su livelli accettabili (ci è voluto parecchio tempo) non ho più aggiunto gocce. Ho proceduto, molto lentamente aumentando di 1 goccia ogni volta che sentivo la situazione precipitare e il dolore aumentare.  Mi sono stabilizzata quando sono arrivata a 8 gocce la sera, riuscendo a dormire abbastanza bene durante la notte, alzandomi 1 volta sola la mattina presto.

Il vero problema di urgenza e frequenza urinaria si verificava e si verifica ancora soprattutto la mattina appena alzata. Il terapista mi ha allora consigliato di assumere alcune gocce gradatamente anche la mattina appena sveglia, diminuendone qualcuna la sera in modo da avere maggiore copertura durante tutta la giornata e la notte.   Gradatamente ho diminuito la sera da 8 a 6/5 gocce e ho aggiunto 2/3 gocce la mattina.

Attualmente prendo 5 gocce circa la sera e 3 la mattina e vado benino.

Il medico mi ha anche informata che se il farmaco non dovesse più fare effetto e il dolore aumentare troppo, si passerà ad altre categorie di farmaci.

I dosaggi da me utilizzati sono considerati dal mio terapista della Terapia del Dolore quasi omeopatici e quindi non dovrebbero dare conseguenze negative sull’organismo a lungo termine.

Mi raccomando, non prendete mai questo farmaco di vostra iniziativa, dovete sempre consultare un medico che ve lo prescriva.

IL SAPORE: il farmaco ha un sapore terribile (amarognolo persistente). Bisogna sempre prenderlo diluito in un liquido, mai da solo.  Lascia la bocca quasi anestetizzata (termine tecnico: secchezza delle fauci) e azzera le papille gustative nel senso che non si riescono più a sentire i sapori dei cibi.  Io lo prendo sempre a cena e la mattina a colazione (perchè poi devo prendere altri farmaci e non posso prenderli insieme) e per diluire e diminuire il disagio del saporaccio metto le gocce nei seguenti liquidi: coca cola, chinotto, cocktail o anche succo di frutta. Siccome però queste bevande gassate non sono consigliate per chi soffre di Cistite Interstiziale sono passata alla tisana alla malva o all’acqua.  SIGH!

Farmaco Laroxy scheda tecnica

VAI ALLA SEZIONE RELATIVA ALLA CISTITE INTERSTIZIALE

15 thoughts on “C.I.: Laroxyl

  1. Buongiorno a voi volevo condividere la mia esperienza. .
    Assumo laroxyl da circa 2 anni unitamente al lyrica 150mmg al di…
    Grazie all’unione dei 2 farmaci 8 gocce a volte 10 sono stato meglio, soffrendo da dolore neuropatico bruciore inguine e cosce.
    Ho alternato anche 8 mesi di benessere tanto da decidere di diminuire le gocce, ma purtroppo dopo alcuni gg il dolore è tornato .
    Ho ripreso 10 gocce ed il dolore è cessato dopo 1 mese….poi a regime con 10 gocce sono stato bene x 4 mesi ..ora di colpo da 2 settimane sto male…non so darmi una spiegazione. ..chi vorrà condividere può anche scrivermi michele -curatolo@libero.it
    Salute

    • Salve Michele, mi spiace molto per i suoi problemi. Pubblico la sua mail nel caso qualcuno/a voglia risponderle. Io purtroppo non sono un medico e non so sinceramente cosa dirle. Io continuo con le mie gocce, solo di laroxyl, da 3 a 5 gocce al giorno gestendole a seconda del fastidio/dolore. Non ho mai smesso anche se mi sentivo meglio, ho sempre continuato con il minimo indispensabile. Non ho mai preso il Lyrica. L’unico consiglio che le posso dare è contattare un buon medico specializzato nella terapia del dolore. Sonia

  2. Salve anch’io prendo laroxyl per i vari problemi neurologici di tanti anni fa dovuti ad un’operazione alla schiena per dolori della gamba, ma anche per dolore nervoso facciale, mal di testa e facevo fatica ad addormentarmi. Il medico mi ha detto di assumere 3 gocce per una settimana e ogni settimana di aumentare 3 goccie fino ad un massimo di 30 ma dovevo, come Sonia vedere se il dolore diminuiva, quindi mi sono fermata a 21 gocce. Successivamente ho diminuito ancora perché dormivo troppo e dopo due mesi di terapia ho deciso di non prenderle più. Da tre giorni che ho smesso di prendere le gocce perché la mattina facevo fatica ad alzarmi dormivo 9 ore al giorno. Posso dire però che non avevo più dolori e dormivo così bene come mai. Durante il giorno non ero stanca stavo bene, mentre in questi giorni che non le prendo più i dolori sono tornati e non riesco ad adormentarmi ci metto tre ore e mi sveglio spesso durante la notte. Un altro lato positivo delle gocce era che avevo tanto appetito e sono ingrassata forse un chilo che per me è un miracolo (non peso neanche 50 kg) e vi posso dire che dolori ne ho da vent’anni e fino a due mesi fa prendevo medicine tipo ibuprofene i dottori mi dicevano ormai dopo tutti questi anni niente da fare quindi io posso dire che per me laroxyl sono le gocce miracolose e stasera ritorno a prenderle . Vi consiglio a provare piano piano

    • Cara Maria, grazie per la tua storia. L’unica cosa che posso dirti è che a me il medico disse di non superare mai le 9/10 gocce al giorno, ma probabilmente per la schiena è diverso. Inoltre, altra cosa importante da non dimenticare è che non si può mai smettere di colpo di prendere le gocce. Se decidi di smettere devi fare il lavoro inverso e cioè diminuire di 3 gocce ogni settimana o ogni 3 giorni dipende da come ti senti.
      Spero tanto che ti aiutino. Per quanto riguarda il peso, non so quanti anni hai ma io che ne ho 53 peso circa 47/48 kg e non ho mai avuto problemi. Dipende anche da quanto sei alta io sono piccolina. Un abbraccio Sonia

    • Buon giorno, premesso che non sono un medico nè un farmacista, se lei legge le indicazioni vedrà che il Laroxyl non è assolutamente un prodotto per l’insonnia. Le consiglio di consultare il suo medico e di non prendere medicinali, soprattutto di questo genere, senza prescrizione medica. Buona giornata Sonia

  3. Salve a tutti,pure io uso Laroxyl però il mio medico mi ha detto di prendere 20/25 gocce secondo voi perché ?
    Mi può far male?
    Premetto che da quando lo preso non ricordo più tanto come prima,non mi tengo bene in piedi ecc–eccc
    Che consigli mi date?

    • Salve grazie per aver scritto. L’unica cosa che posso dirle è che per la nostra patologia, la cistite interstiziale, il laroxyl ” A basso dosaggio blocca selettivamente i canali del sodio (ma anche quelli del potassio e, si presume, anche quelli del calcio) presenti sulle fibre nervose periferiche. I canali del sodio sono responsabili della conduzione dell’impulso lungo una fibra nervosa” (una specie di antinevralgico). Per basso dosaggio si intende massimo 10 gocce al giorno. Non so di che patologia lei soffre in ogni modo credo che 20/25 gocce siano più per uso antidepressivo. Il consiglio che posso darle è che se si sente stanca o non riesce a stare in piedi, o ha tachicardia dovrebbe contattare subito il suo terapista e spiegargli questi sintomi in modo che lui possa eventualmente modificare la terapia. Saluti Sonia

  4. io fino a iei sera x dormire assumevo periactin è un anti staminico assumo 10ml ogni sera prima di andare a letto mi rilassa è un po diciamo riesco a dormire più del normale speriamo ke laroxyl faccia effetto sul mio corpo! asp. con ansia una risposta!!!

    • Salve Antonio innanzitutto vorrei precisare che non sono un medico e di seguire sempre le indicazioni del suo specialista. Altra cosa importante io utilizzo il Laroxyl per una patologia molto diversa dalla sua. Io credo che a me abbia fatto molto bene, non so se per lei sarà lo stesso glielo auguro. Quello che posso dirle è che mi sembra di avere già scritto nel blog che a me avevano consigliato di iniziare gradatamente. Deve provare ad utilizzarlo (visto che glielo hanno prescritto), se la mattina si sente molto molto stanco allora vuole dire che il dosaggio è un po alto e che bisogna diminuirlo magari di una goccia. Il mio medico (per la mia patologia) mi disse di iniziare con una goccia e poi aumentare di una goccia ogni 3 giorni. Lo stesso all’inverso se devo diminuire il dosaggio. Inoltre il terapista del dolore mi disse che a dosaggi così bassi (non superiori a 10 gocce) è quasi un prodotto omeopatico. Non conosco il periactin e quindi non posso dirle niente. Provi e poi mi faccia sapere. Ah, attenzione che è molto molto cattivo come sapore e 10 gocce sono tante. Le consiglio di berlo insieme a qualcosa che possa coprirne il sapore. Io lo assumo insieme ad un bel bicchiere di chinotto o nella coca cola. Spero di averla aiutatata Buona serata Sonia

  5. buon giorno, sta mattina sono stato in ospedale x una visita neurologica, mi hanno prescritto laroxyl x l ansia e per l emicania. Volevo chiedere un parere a ki lo assume già da un po di tempo… da dipendenza? E’ efficace come dicono alcuni? mi hanno detto di prendere 10 gocce x una settimana la sera, poi ridurre il dosaggio a 5 gocce la sera!

  6. Scusate…. sn vittoria, oggi il neurologo m ha prescritto laroxyl gocce x sbandamenti dovuti ad una lieve labirintite e ansia…. una goccia la sera x tre giorni e ogni tre giorni aumentare la terapia fino ad arrivare a 5….. ho letto ke ha tanti effetti collaterali. … ke fare?

    • Salve Vittoria, premetto che non sono un medico e sono dell’idea che se ti fidi del tuo terapeuta devi seguire le sue indicazioni. L’unica cosa che posso dirti che anche a me avevano consigliato di aumentare ogni 3 giorni. Potresti notare della stanchezza la mattina. A me il medico consigliava di aumentare di una goccia se non mi sentivo troppo stanca. Altri effetti collaterali non ne ho avuti. Se dovessi avere dei sintomi strani contatta subito il medico. Non smettere di colpo, diminuisci di una goccia ogni 3 giorni (nel caso tu debba farlo). Il medico della terapia del dolore mi disse che fino a 10 gocce è “quasi” una terapia omeopatica …. Facci sapere come va. Sonia

    • Rosanna,grazie mille del prezioso suggerimento, spero serva a qualcuno. Io purtroppo odio il latte. Ma a volte bisogna scegliere il male minore, magari lo provo.

Rispondi