C.I.: Piccoli Consigli

CISTITE INTERSTIZIALE: PICCOLI CONSIGLI

dolore 200x300 C.I.: Piccoli Consigli La cistite interstiziale è una malattia che può essere, in alcuni periodi, abbastanza dolorosa e invalidante. Inoltre non si sanno le cause, si possono curare solo i sintomi (così dicono gli esperti).

Il problema è che quando si sta benino, si rinasce; per poi ricadere nella zona d’ombra della sofferenza e della depressione, nei momenti in cui si stà male. Questa è una malattia altalenante. Un mese si stà meglio, l’altro peggio, una settimana bene, l’altra un pò meno, quella dopo sempre peggio e poi si migliora.  Tutto questo è stressante.

Ogni volta che rincomincio a sentirmi male (bruciore vaginale, aumento della frequenza minzionale, dolore vescicale dopo minzione, dolori pelvici non indifferenti), metto subito in atto le seguenti azioni:

  • cambiare la dieta: quando mi sento benino, mi gratifico con alcuni cibi e bevande  poco consigliate.  Ma se sto male, ritorno subito a mangiare quasi tutto in bianco (con olio), non bere bibite gassate, evitare il bicchierino di vino quando vado al ristorante, mangiare verdura lessa (che comunque faccio quasi sempre per aiutare l’intestino), evitare dolci (gelato, biscotti, ecc), solo cibi consigliati. Il tutto per parecchie settimane anche dopo che la situazione è in miglioramento.
  • usare il bicarbonato: per rendere l’urina meno acida (leggi sezione dieta).
  • evitare di prendere freddo: ho notato che con il freddo sto peggio. Quest’anno che il tempo è stato pessimo e l’inverno lungo e piovoso, ho patito molto il freddo e infatti sono stata peggio di altri anni. Forse il freddo aumenta i dolori muscolari, le contratture e peggiora l’umore.
  • evitare di stancarsi troppo: quando sto bene ho la tendenza a fare più attività, magari anche pesanti (per esempio ho rimbiancato casa).  Meglio non esagerare, ma evitare sforzi o lavori pesanti.
  • riposarsi dal dolore 300x191 C.I.: Piccoli Consigliriposare: se si è stanche e doloranti bisogna assolutamente fermarsi e riposare (se si riesce)
  • aumentare di una o due gocce il laroxyl e/o il rivotril, per poi, quando mi sento meglio diminuire di nuovo – Se poi faccio fatica a gestire il dolore prendo anche il coefferalgan. (tutti consigli del Terapista del Dolore). Ricordo sempre che i farmaci vanno utilizzati solo ed esclusivamente sotto controllo e consiglio del vostro terapeuta.
  • assumere delle posizioni che mi diano conforto: quando ho dolori pelvici, soprattutto a sinistra, ho notato che migliorano se sto distesa sul letto supina, con le game piegate, oppure dormo su un lato con una gamba tesa e una piegata, oppure mi siedo, a pranzo o cena con le gambe piegate sotto il sedere (non è molto comodo, ma con me funziona, anche se ogni tanto le gambe si intorpidiscono)
  • stare in piedi e camminare: sicuramente è meglio che stare seduti e poi camminare lentamente aiuta a sciogliere i muscoli doloranti
  • evitare viaggi in macchina. Visita la sezione Viaggiare.
  • massaggiare le zone doloranti: siccome alcuni dei dolori interessano il pavimento pelvico (pudendo zona sinistra), per sciogliere la tensione muscolare bisogna distendersi sul letto e massaggiare la zona stirando il muscolo contratto, senza sforzare troppo per non peggiorare la situazione. Provate anche (con cautela) a tenere premuto un dito nella zona dolorante per un pò di tempo, a volte si nota che il muscolo si decontrae gradatamente. Fate sempre molta attenzione a non esagerare. La sperimentazione è la cosa migliore.
  • abbigliamento: gonne larghe e lunghe senza biancheria intima sotto (chiaramente solo quando sono in casa) e niente che stringa. Per la biancheria intima utilizzare solo abbigliamento di cotone e bianco.
  • evitare di lamentarmi troppo: per non rattristare chi mi sta attorno anche se so benissimo che si capisce che sto male.
  • pensare positivo: lo scrivo perchè andrebbe fatto, ma io non ci riesco molto.
  • sforzarsi di non evitare gli altri: io non me la sento di socializzare, aspetto tempi migliori
  • avere tanta pazienza

provate non costa niente 300x26 C.I.: Piccoli Consigli

 

 

SE AVETE DEI SUGGERIMENTI DA DARE SIETE LE BENVENUTE.

VAI ALLA SEZIONE CISITE INTERSTIZIALE

4 thoughts on “C.I.: Piccoli Consigli

  1. Salve non so se il blog è ancora attivo io ho 33 anni e soffro da 12 di vestibolite e recidive da candida colpevole anche dell’inizio di tutto il calvario sono stata in cura due anni dalla graziottin ma non ho risolto avete qualche consiglio da darmi? (Ho il neurotrac pelvitone )Grazie Alessandra

    • Salve Alessandra, non conosco la dott. Graziottin (ma ne ho sentito parlare) io sono seguita oramai da anni dal Prof Murina presso Ospedale Buzzi di Milano. Anche io ho sofferto tanto sia di candida che di vulvodinia/vestibolite vulvare. Per la candida ho fatto alcuni cicli di fluconazolo secondo un protocollo che mi è stato dato. Per la vulvodinia il mio medico ha messo a punto due programmi che inserisce lui nel neurotrac pelvitone che ha sperimentato da anni su donne con questa patologia. Con me ha funzionato. Continuo sempre a farli ma i problemi sono molto diminuiti. Ci vuole sempre del tempo. Se mi scrive alla mia mail le posso dare maggiori indicazioni su come contattare il Professore. Saluti Sonia (mail: puoichiamarmiainos@gmail.com)

  2. Buongiorno ..Mi chiamo Rosanna e sono di Palermo, città che purtroppo non aiuta a risolvere o alleggerire i miei problemi.Soffro da circa 7 anni di vulvodinia e adesso dopo una brutta cistite batterica ho spesso peso alla vescica e urgenza a far pipì…Degli urologi ho il terrore, dopo quello che hanno fatto a mio padre li conosco quasi tutti per la loro incompetenza, sono molto confusa e non so a chi affidarmi….

    • Buongiorno Rosanna, mi spiace molto del suo disagio. Purtroppo tutte noi quando abbiamo avuto brutte esperienze con specialisti, che non ci hanno dato fiducia e anzi in qualche caso sono risultati “impreparati” rispetto una patologia come la cistite interstiziale o la vulvodinia (che sono correlate). Non conosco nessuno nella sua regione che possa aiutarla. Se fosse qui a Milano avrei un nominativo a Pavia, ma so che ci sono ottimi specialisti anche a Roma e in altre regioni. Le posso consigliare 3 siti dove cercare qualche aiuto (scriva o telefoni): http://www.aicionlus.org/; http://cistite.freeforumzone.com/f/85205/CISTITE-INTERSTIZIALE/forum.aspx, http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/f9-sicilia. Spero che riesca ad ottenere le risposte che cerca. Mi faccia sapere se è riuscita a trovare un aiuto. Sonia

Rispondi