C.I.: Rivotril

CISTITE INTERSTIZIALE: FARMACO RIVOTRIL

Rivotril 300x294 C.I.: Rivotril

Rivotril:principio attivo clonazepam

Principio attivo: clonazepam

Categoria: antiepilettico

Forma farmaceutica: gocce orali da 2,5 mg/ml di principio attivo – boccetta da 10 ml

Oltre ai farmaci “apparentemente” antidepressivi come il Laroxyl (ma utilizzati per tutt’altro motivo), nella terapia delle neuropatie sono molto efficaci farmaci antiepilettici.
Anche in questo caso il motivo è semplice: il sistema nervoso, sia centrale (il cervello) che periferico (le fibre e le terminazioni nervose), è costituito sempre dalle stesse cellule, sia pure con funzioni ed attività molto differenziate.
E’ fin troppo ovvio, quindi, che farmaci che possiedono una attività anti-infiammatoria sul sistema nervoso centrale la possiederanno anche su quello periferico.

ESPERIENZA PERSONALE:

Siccome soffro di Cistite Interstiziale, il mio terapista mi ha consigliato di prendere questo farmaco la sera prima di andare a dormire e credo che aiuti soprattutto a passare la notte tranquilla, evitando di alzarsi tante volte per andare in bagno. Anche in questo caso, come per il Laroxyl, si inizia gradatamente aumentando 1/2 goccia alla volta per un certo periodo, fino a raggiungere il livello desiderato.

Le prime volte che lo assumevo la mattina mi sentivo a pezzi, stanchissima, incapace di muovermi, anche se avevo preso solo 1 goccia. Dopo un pò di tempo il nostro organismo si abitua. Se ciò non dovesse avvenire il consiglio è di consultare subito il proprio terapista che deciderà se farvelo smettere o continuare.

Attualmente prendo 3/4 gocce la sera.  Ho provato anche a prendere qualche goccia la mattina per migliorare il fastidio mattutino dovuto ad urgenza minzionale, ma non ha funzionato, quindi le ho eliminate.

Se ho passato una giornata un pò fastidiosa e la sera sono stanca, per dormire meglio aumento una goccia di questo medicinale, poi la sera dopo, se mi sento benino, ritorno al dosaggio abituale.

Ricordate sempre che questi medicinali vanno presi sotto indicazione di uno specialista.

IL SAPORE: Il sapore è dolciastro, ma non è imbevibile come il Laroxyl.  Si può prendere con l’acqua, o anche diluirlo in qualche liquido tipo tisana (se preso la sera).

I dosaggi da me utilizzati sono considerati dal mio terapista della Terapia del Dolore quasi omeopatici e quindi non dovrebbero dare conseguenze negative sull’organismo a lungo termine.

Farmaco Rivotril gocce scheda tecnica

VAI ALLA SEZIONE CISTITE INTERSTIZIALE

2 thoughts on “C.I.: Rivotril

  1. Quanto ti capisco, io per i dolori e il rilassamento muscolare assumo micropam, aiuta moltissimo…è una soluzione rettale. Ora sono in cura a Roma, dove ci sono medici FANTASTICI e UMANI, a diffrenza di quello che ho sempre letto in giro. Il Prof. mauro cervigni è un vero signore, gentile, comprensivo e dolce. Ama il suo lavoro. Pensare che una volta ero talmente disperata che mi hanno richiamata alle 11:00 di sera per parlare con me. Ora sono appena all’inizio della diagnosi, ma la cistite interstiziale è presente nella mia vita da quando avevo due anni. Non curarla quella volta e sentirmi dire che avevo solo problemi psicologici, mi ha portato alla situazione abbastanza grave di adesso. Loro mi hanno detto che ne uscirò, che hanno aiutato tante donne che stavano in situazioni terrificanti. Ti dico solo che la mia vescica ha la capacità di 64cc….praticamente niente….bisogna avere pazienza e trovare la strada giusta. LA PAZIENZA E’ LA VIRTU’ DEI FORTI.
    P.S: se sono in questa situazione di adesso è causa a degli errori che ha fatto un dottore di Udine, ora emigrato in america (fuori dai coglioni) e dalla sua cara infermiera Silvia….per non parlare del casino che mi hanno combinato quelli di Padova quest’anno. Purtroppo sono troppo i medici arroganti e presuntuosi, che non sanno ascoltare il paziente. Un bacio

    • Cara Sig.a Eva Mercedesz,
      posso dire solo “mi dispiace”. Storie come la sua sono inaccettabili. Ora che è in mano a persone qualificate e molto comprensive, sono sicura che troverà sollievo alla sua sofferenza. Ha ragione ad essere arrabbiata e ha tutta la mia comprensione. Le mando un grosso abbraccio e mi faccia sapere dei suoi progressi. Sonia

Rispondi