CI: esercizio può funzionare (1)

ESERCIZIO FISICO E CISTITE INTERSTIZIALE: COSA PUO’ FUNZIONARE – PARTE I (tradotto da un articolo dell’ICA – Interstitial Cystitis Association)

corsa CI: esercizio può funzionare (1)

Esercizio Fisico per Cistite Interstiziale

L’esercizio può e deve essere parte della vostra vita se soffrite di cistite interstiziale. Un regolare programma di allenamento è semplicemente essenziale per la salute di tutti.

Costruire il vostro programma

Cuore, polmoni, muscoli, ossa, articolazioni e perfino il cervello funzionano meglio quando l’esercizio fisico fa parte della vostra routine giornaliera. La salute della vostra vescica dipende dalla presenza di un buon apporto ematico e dalla presenza di una muscolatura forte, coordinata e flessibile attorno ad essa e agli altri organi pelvici, che li protegge e li sostiene.

Anche se non eravate particolarmente allenate prima di avere la cistite interstiziale, aggiungere un po’ di esercizio nella vostra vita non può far altro che farvi sentire meglio. Se l’esercizio faceva parte della vostra vita prima che la malattia vi colpisse, sarà difficile perderlo. Ma state tranquille che nonostante potreste non tornare più a fare gli stessi esercizi di prima, potrete comunque tornare ad avere una vita attiva.

La difficoltà sta nel scegliere l’attività giusta. Molti pazienti con cistite interstiziale trovano che le attività che amavano praticare, al momento attuale causano un’insorgenza di dolore e un aumento di frequenza; per questo motivo provare qualche nuovo esercizio può non essere visto molto bene. Sfortunatamente non esiste un programma apposito per chi ha la cistite interstiziale. Non ci sono esercizi che funzionano per tutti: un’attività che qualcuno trova utile, in qualche altro paziente può causare una riacutizzazione della sintomatologia. Bisogna stare attenti.

Qui sono spiegati alcuni principi guida che vi aiuteranno a stilare un programma di allenamento flessibile –  con alcune raccomandazioni – che potrebbero essere utili per i pazienti con dolore pelvico.

Sarebbe meglio avere la possibilità di lavorare con un fisioterapeuta che è a conoscenza di come trattare il dolore pelvico e che sarà in grado di scegliere degli esercizi specifici che riguardano i vostri specifici bisogni e che possono aiutare ad evitare insorgenza di riacutizzazioni. Dovete esser sicuri di scegliere qualcuno che vi ascolterà e che lavorerà rispettando i vostri limiti.

muscoli psoas CI: esercizio può funzionare (1)

Muscoli PSOAS

Per esempio, un paziente con dolore pelvico potrebbe avere tensione dei muscoli psoas (muscoli che risiedono in profondità nell’addome e sono forti flessori dell’anca). Alcuni pazienti con CI hanno problemi quando contraggono questi muscoli, causando dolore riferito nella vescica, qualora contraggano con forza. Questi muscoli possono diventare attivi con esercizi come le flessioni in avanti, e un terapista professionista sarà in grado di modificare l’attività per ottenere una buona muscolatura in un modo sicuro.

Il terapeuta può offrire un sacco di buoni consigli, ma la maggior parte di pazienti con cistite interstiziale sa molto più del loro corpo rispetto a quanto ne possa sapere un qualsiasi medico. La cistite interstiziale infatti richiede un attenzione particolare al proprio corpo: deve essere prestata attenzione ai segnali perché un piccolo dolore durante l’attività potrebbe essere un presagio di un dolore più intenso il giorno successivo. Inizialmente si devono provare esercizi leggeri  e non si deve esagerare perché se si esagera, potrebbe esserci un peggioramento dei sintomi. Ma non ci si deve arrendere, bensì continuare ad allenarsi finché si trova un equilibrio che permetta di migliorare la condizione generale senza “irritare” la cistite interstiziale.

Costruire il proprio programma

Un buon programma di esercizi comprende tre tipi di esercizio

  • Allenamento aerobico
  • Rinforzamento
  • Allenamento di flessibilità

Tutti questi devono essere fatti gradualmente, con poco stress sul corpo. Quando avete dolore pelvico, è molto importante muoversi lentamente e lavorare gradualmente per arrivare al vostro obiettivo.

Molto importante è avere un buono stato di idratazione. Con l’esercizio infatti, aumentano le tossine nei tessuti e quindi devono essere eliminate. In più, queste tossine sono irritanti della vescica e quindi è necessario diluirle.

Indipendentemente dal tipo di esercizio, si deve far attenzione a mantenere una corretta postura. Una buona postura aumenta il rifornimento di sangue e di nutrienti agli organi pelvici e riduce lo stress sui muscoli scheletrici , legamenti ed articolazioni. Per esempio, se tenete i piedi troppo divaricati su una macchina ellittica, potreste aumentare la tensione e lo stress sul pavimento pelvico.

Se vi sedete su una panca pesi troppo dura per molto tempo o con troppo peso, potreste comprimere il nervo pudendo oppure comprimere l’intera area perineale e quindi esacerbare i sintomi. Nonostante una cyclette orizzontale  possa essere una buona alternativa per pazienti con cistite interstiziale, questa posizione potrebbe anche causare un aumento di pressione sulla vescica o causare un eccessivo accorciamento dei muscoli psoas e la posizione può irritare i nervi e i legamenti della pelvi.

E’ molto importante per i pazienti con cistite interstiziale evitare movimenti e superfici che possano irritare il vostro corpo; da evitare anche le forzature e l’eccessivo stretching: possono condurre a delle riacutizzazioni. Per esempio, mentre camminare può essere un buon esercizio, camminare su superfici molto dure potrebbe essere considerato come jogging sul pavimento pelvico: l’esercizio  va eseguito preferibilmente su tragitti gommati o in terra battuta.

Il dolore in posizione pelvica può essere aumentato da uno stretching esagerato, troppe ripetizioni, forzature. Fate attenzione quindi agli esercizi che fate, dove e come li fate.

Leggete anche:

Rispondi