FILM: In Trance (2013)

FILM: IN TRANCE (titolo originale TRANCE) – 2013

in trance FILM: In Trance (2013)GENERE: Giallo (Il cinema giallo, definito in inglese “Mystery Film”, nel senso più ampio, è un genere cinematografico ispirato dall’omonimo genere letterario “Mystery Novel”. E’ contraddistinto da regole e convenzioni ben precise: nei gialli, infatti, la trama è sempre costruita attorno a un mistero (generalmente un omicidio o un’altra azione criminosa) sul quale indaga il protagonista. Una costante dei film gialli è il segreto sull’identità dell’antagonista (ovvero il colpevole), che il più delle volte viene svelata soltanto nel finale. Stilisticamente, il genere può sconfinare e combinarsi con molti altri generi cinematografici, primo fra tutti il dramma, ma anche la commedia e a sua volta, è diviso in molti sottogeneri, come ad esempio il noir, il thriller ecc…).

REGISTA: Danny Boyle (regista Britannico del mitico film “Trainspotting” del 1996 – di “28 giorni dopo” del 2002, “The Millionaire” 2008 che vinse 8 Oscar e una serie di altri premi, “127 ore” 2010; insomma un regista interessante e originale)

ATTORI: James McAvoy, Vincent Cassel, Rosario Dawson, Danny Sapani, Matt Cross …

TRANCE cosa significa ? La trance è uno stato psicofisiologico (che coinvolge sia la dimensione fisica che psicologica del soggetto) caratterizzato da fenomeni quali insensibilità agli stimoli esterni, perdita o alterazione o attenuazione della coscienza, dissociazione psichica, che può essere indotto mediante ipnosi o autoipnosi (es. i medium).

Gli attori sono piuttosto conosciuti: James McAvoy (Le cronache di Narnia 2005, L’espiazione 2007, X-Men L’inizio 2011), Vincent Cassel (a me personalmente non piace sia come uomo che come attore, in ogni modo è molto famoso in francia e anche in Italia come ex-marito di Monica Bellucci), Rosario Dawson (bella donna, che è stata legata sentimentalmente al regista Danny Boyle e ha recitato in parecchi film, tra cui “Fire with Fire” 2013). In questo film direi che è quella che mi è piaciuta di più. Sicuramente da non perdere la sua notevole prestanza fisica (che viene mostrata integralmente).

Questo film è basato su un film tv britannico.

La trama di questo film è difficile da raccontare perchè fa parte di quel genere di film in cui succedono tante cose strane stile rompicapo. In Trance è un film complesso dove i colpi di scena si susseguono e si presagiscono, ed è proprio questo il gioco del film, lasciare lo spettatore ad aspettare che qualcosa succeda e che la trama cambi continuamente.

Si parla di una persona che dimentica dove ha messo un oggetto e utilizza un terapeuta che tramite ipnosi dovrebbe farglielo ritrovare. Stati di trance indotti da ipnosi che si susseguono rapidamente, lasciando lo spettatore chiedersi se quello che si vede è la realtà o una falsa realtà indotta dallo stato di alterazione della coscienza ? Ricordi veri o ricordi indotti ?

L’utilizzo di scenografie mutevoli e audacemente accostate, un montaggio non lineare che confonde volutamente, luoghi, tempi, ricordi e allucinazioni, da l’impressione che la scelta di ingarbugliare e rendere opaca la narrazione, l’insistenza sulla messa in immagini dei processi mentali del protagonista e la voluta confusione dei piani di realtà, finiscano per far perdere spesso di vista la storia.

Film articolato, non completamente riuscito e troppo confusionario, ma sicuramente non privo di fascino.

Frase iniziale e principale del film: “Nessun opera d’arte vale una vita”.

GIUDIZIO: secondo me si può vedere, se non altro è originale e anche intrigante (almeno inizialmente fino a quando non si “incasina troppo”). Vi confesso però che ho dei dubbi sul fatto di avere capito a fondo come vada a finire …. magari voi siete più bravi di me.

VAI ALL’ELENCO COMPLETO FILM 2013

iscriversi via mail ........al blog 300x59 FILM: In Trance (2013)

Rispondi